Parsons Dance Company al TCVI il 3 dicembre 2022
Danza

Parsons Dance

Lo spettacolo Parsons Dance, inizialmente previsto in data 13 marzo, è rinviato a sabato 3 dicembre 2022.
Gli abbonati alla stagione Mini Danza e gli acquirenti dei singoli biglietti della stagione 21/22 potranno assistere allo spettacolo, nella data di recupero con il/i titolo/i d'ingresso in loro possesso, mantenendo la fila e il posto scelto al momento dell’acquisto.

INCONTRO CON LA DANZA
Prima dello spettacolo, alle ore 20.00, nella Sala del Ridotto, condotto da Lara Crippa e Antonio Gnecchi Ruscone: dance writer, creatrice di venetoblog@corriere.it e di paroledidanza.wordpress.com la prima, storico agente della Parsons Dance il secondo, racconteranno la storia e lo stile di questa compagnia, dei suoi fondatori e degli artisti internazionali che ne fanno parte, ognuno secondo la sua prospettiva.

Spettacoli

sabato 3 dicembre, 20:45Sala Maggiore

Un nuovo tour italiano per Parsons Dance, la compagnia americana che porta il nome del suo fondatore, amatissima dal pubblico per la sua danza atletica che trasmette energia e gioia di vivere. Annoverata tra i massimi rappresentanti della danza post-moderna made in Usa, incarna alla perfezione la forza dirompente di un modo di esibirsi unico, carico di vitalità e acrobazie, con le coreografie del gruppo diventate veri e propri “cult” nell’immaginario collettivo.

Parsons Dance interpreta al meglio l'avvincente visione artistica di David Parsons e include nel proprio repertorio di coreografie originali, esaltate dal gioco di luci del lighting designer Howell Binkley – vincitore di un Tony Award per lo spettacolo di Broadway Hamilton –, due nuove coreografie di Parsons che faranno il loro debutto proprio in questo tour italiano: The Road e Balance of Power.

Tre storiche coreografie del repertorio di Parsons, adorate da sempre dal pubblico italiano, completano lo spettacolo: Nascimento, creata nel 1990 sulla musica appositamente composta da Milton Nascimento: una coreografia luminosa, vivace, in cui significativa è l’influenza del jazz e della danza africana, e i cui duetti alludono a una storia di gioia e di riverenza; The Envelope, ideata nel 1984 sulle rinomate musiche di Gioachino Rossini, che mette in scena la stravagante storia di una lettera che ritorna in continuazione al mittente per quanto questi cerchi di liberarsene; e poi la sempre elettrizzante Caught, incredibile assolo del 1982, una fusione mozzafiato di arte e tecnologia sulle musiche di Robert Fripp, che richiede da parte del ballerino una resistenza atletica pazzesca in una frazione di secondo: grazie, infatti, a un gioco di luci stroboscopiche, l’illusione che il ballerino possa contrastare la forza di gravità e librarsi a mezz’aria, ha reso questo pezzo, nel corso degli anni, tra le coreografie senza dubbio più acclamate di David Parsons.

coreografie diDavid Parsons
danzatori

Zoey Anderson, Croix Diienno, Rachel Harris, Megan Leigh, Garcia Téa Pérez, Christian Paris Blue, Nick Fearon, Luke Romanzi, Erin Hollamon

Durata: 70 minuti (senza intervallo)

News

Avviso rinvio spettacolo "Parsons Dance"

La compagnia statunitense Parsons Dance ha comunicato che, a causa della situazione sanitaria, la tournée in Europa per ...

leggi di più

Danza: i prossimi eventi

L'arte della fuga

Spellbound Contemporary Ballet
Prima nazionale

Queen Blood

Ousmane Sy
Prima nazionale

Condividi su