Mine Vaganti - Francesco Pannofino al TCVI il 10 e 11 marzo 2020
Prosa

Mine Vaganti

Francesco Pannofino, Paola Minaccioni,
Arturo Muselli, Giorgio Marchesi

INCONTRO A TEATRO
Martedì 10 e mercoledì 11 marzo ore 20, condotto da Dennis Dellai, regista e giornalista de Il Giornale di Vicenza.

Spettacoli

martedì 10 marzo, 20:45Sala MaggioreAcquista bigliettoAcquista
mercoledì 11 marzo, 20:45Sala MaggioreAcquista bigliettoAcquista

La commedia - ispirata all’omonimo film del 2010, vincitore di due David di Donatello, 5 Nastri D’Argento e 4 Globi D’Oro - narra la storia del giovane Tommaso, che torna nella grande casa di famiglia a Lecce con l’intenzione di comunicare al variegato clan dei parenti chi veramente è: un omosessuale con ambizioni letterarie e non un bravo studente di economia fuori sede come tutti credono. Ma la sua rivelazione viene bruciata sul tempo da una rivelazione ancora più inattesa e scioccante del fratello Antonio. Tommaso è costretto a fermarsi a Lecce, rivedere i suoi piani e lottare per la verità, contro un mondo famigliare pieno di contraddizioni e segreti.

conFrancesco Pannofino, Paola Minaccioni, Arturo Muselli, Giorgio Marchesi
regia diFerzan Özpetek

Biglietti

Intero: 29,50 euro
Over 65: 23,50 euro
Under 30: 14,50 euro

Biglietti in vendita:

  • in biglietteria, dal martedì al sabato dalle 15:00 alle 18:15 (operatore telefonico attivo dalle 16 alle 18)
  • on-line sul sito www.tcvi.it
  • App TCVI
  • negli sportelli Intesa Sanpaolo (ex Banca Popolare di Vicenza)

Acquista anche con 18 App e Carta del Docente

PROMO ULTIME FILE PROSA
Pacchetto a € 63,00 per i 6 spettacoli della Stagione di Prosa in doppia recita (12-13/11, 16-17/01, 28-29/01, 4-5/02, 10-11/03, 18-19/03).
Il pacchetto non dà diritto alla prelazione del posto ed è valido per le file dalla T alla Y. Promozione valida anche per l’acquisto dei singoli biglietti al prezzo di € 12,00.

ACCESSO IN SALA
È assolutamente vietato l’accesso in sala a spettacolo iniziato. Eventuali ritardatari potranno accedere alla sala solo all’intervallo nel caso questo sia previsto.
La mancata fruizione dello spettacolo, totale o parziale, non comporta nessun tipo di rimborso da parte del Teatro.