A che servono gli uomini? - Nancy Brilli al TCVI il 16 e 17 gennaio 2020
Prosa

A che servono gli uomini?

Nancy Brilli

INCONTRO A TEATRO
Giovedì 16 e venerdì 17 gennaio ore 20, condotto da Chiara Roverotto, giornalista de Il Giornale di Vicenza.

Spettacoli

giovedì 16 gennaio, 20:45Sala MaggioreAcquista bigliettoAcquista
venerdì 17 gennaio, 20:45Sala MaggioreAcquista bigliettoAcquista

A che servono gli uomini? è una commedia musicale passata alla storia per l’interpretazione di Ombretta Colli e le inconfondibili musiche di Giorgio Gaber. La protagonista di questo nuovo allestimento sarà Nancy Brilli, attrice di talento, dotata di grande simpatia e intelligenza scenica. È la storia di Teolinda, donna in carriera delusa dal genere maschile e che rimpiange di non aver mai avuto un figlio. Un giorno ruberà la provetta n. 119 all’istituto di ricerche genetiche, riuscendo a diventare madre, ma scoprirà poi che il donatore è Osvaldo, un quarantenne rozzo, borioso, che vive ancora con la madre. La scoperta innescherà delle situazioni comiche e offrirà spunti di riflessione sul ruolo attuale della donna.

commedia diIaia Fiastri
musiche diGiorgio Gaber
conNancy Brilli
e con 4 attori (cast in via di definizione)
regia diLina Wertmüller

 

Biglietti

Intero: 29,50 euro
Over 65: 23,50 euro
Under 30: 14,50 euro

Biglietti in vendita:

  • in biglietteria, dal martedì al sabato dalle 15:00 alle 18:15 (operatore telefonico attivo dalle 16 alle 18)
  • on-line sul sito www.tcvi.it
  • App TCVI
  • negli sportelli Intesa Sanpaolo (ex Banca Popolare di Vicenza)

Acquista anche con 18 App e Carta del Docente

PROMO ULTIME FILE PROSA
Pacchetto a € 63,00 per i 6 spettacoli della Stagione di Prosa in doppia recita (12-13/11, 16-17/01, 28-29/01, 4-5/02, 10-11/03, 18-19/03).
Il pacchetto non dà diritto alla prelazione del posto ed è valido per le file dalla T alla Y. Promozione valida anche per l’acquisto dei singoli biglietti al prezzo di € 12,00.

ACCESSO IN SALA
È assolutamente vietato l’accesso in sala a spettacolo iniziato. Eventuali ritardatari potranno accedere alla sala solo all’intervallo nel caso questo sia previsto.
La mancata fruizione dello spettacolo, totale o parziale, non comporta nessun tipo di rimborso da parte del Teatro.