Punk. Kill me please
Danza in Rete OFF

Punk. Kill me please

Francesca Foscarini, Cosimo Lopalco
Prima nazionale e co-produzione del Festival Danza in Rete

Lo spettacolo prevede scene di nudo parziale.

Spettacoli

venerdì 16 luglio, 20:00Teatro Comunale di Vicenza - Sala del Ridotto

Ispirato alla rivoluzione punk, il lavoro dà vita a due corpi femminili soggetti a trasformazioni continue e iconiche: sono corpi autogeneranti e onnipotenti, sensuali e appassionati, buffi, elettrizzati e mostruosi. Condividendo la stessa protesta, la stessa rabbia e passione per la vita, si ergono a paladini di ribellione e follia, amore e uguaglianza, e mettono in scena un manifesto vivente di femminismo, coraggio, forza, ironia e libertà.


FRANCESCA FOSCARINI
Francesca Foscarini è danzatrice, coreografa e insegnante. Questi tre modi di praticare la danza si alimentano e influenzano a vicenda e sono accomunati dall’ esplorazione e dalla ricerca, volte a creare libertà, giocosità, sospensione, mettendo il corpo, con le sue infinite possibilità espressive, al servizio di un’idea o semplicemente di un sentire. Il suo lavoro autoriale, iniziato nel 2009, ottiene importanti riconoscimenti: Premio Mas Danza 2012, Premio Equilibrio per l’interprete 2013, Danzatrice dell’anno sulla scena contemporanea 2015, Premio Danza&Danza 2018. Significative le collaborazioni professionali con Y. Godder, S. Wiktorowicz, A. Sciarroni, R. Castello e con il Collettivo Jennifer rosa. Nel 2016 incontra lo scrittore Cosimo Lopalco con il quale instaura un lungo sodalizio artistico. Tra i suoi lavori ricordiamo Kalsh, Cantando sulle Ossa, Vocazione all’Asimmetria, Good Lack, Animale, Oro. L’arte di resistere e il recente Italia-Museo dell’Altrove, vincitore del bando Vivere all’italiana sul palcoscenico.

COSIMO LOPALCO
Cosimo Lopalco è scrittore, poeta e drammaturgo. È autore del romanzo Tutto a posto tranne me e delle raccolte di poesia La città che non esiste e Black Pack. Come drammaturgo per la danza collabora con Francesca Foscarini alla creazione di Animale, Oro. L’arte di resistere, Italia-Museo dell’altrove e LANDing, un laboratorio interdisciplinare ispirato ai principi della psicogeografia. Cura per Giuliana Majo la drammaturgia di Appreciation Society e insieme a Marcomario Guadagni fonda le Edizioni del nulla. Insegna Lingua e Cultura italiana a UCL (University College London) e all’Istituto Italiano di Cultura Londra.

ideazione e creazioneFrancesca Foscarini, Cosimo Lopalco
interpretazione e co-creazioneFrancesca Foscarino, Melina Sofocleous
disegno luci e cura della tecnicaMaria Virzì
amministrazioneFederica Giuliano
logisticaEleonora Cavallo
co-produzioneAssociazione Culturale VAN / Festival Danza in Rete - Teatro Comunale Città di Vicenza
con il sostegno diCentrale Fies_art work space, Tanzhaus Zurich
con il contributo di

ResiDance XL - luoghi e progetti di residenza per creazioni coreografiche azione della Rete Anticorpi XL - Network Giovane Danza D'autore coordinata da L'arboreto - Teatro Dimora di Mondaino; Arteven/Festival Prospettiva Danza e Teatro, Centro di Residenza della Toscana (Armunia - CapoTrave/Kilowatt), CSC Centro per la Scena Contemporanea Bassano del Grappa, Santarcangelo dei Teatri

 

Durata: 55 minuti