Space Oddity | Sara Sguotti a Danza in Rete Festival il 22 aprile 2020
Danza in Rete OFF

Space Oddity

A seguito dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 lo spettacolo è stato annullato.
 

A seguito dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 lo spettacolo è stato annullato.
È possibile richiedere il rimborso - tramite voucher da utilizzare entro 18 mesi dalla data di emissione - entro e non oltre il 2 giugno 2020.
EVENTUALI RICHIESTE PERVENUTE DOPO TALE DATA NON SARANNO PRESE IN CARICO.

Anticorpi Explo – tracce di giovane danza d’autore
Spettacolo selezionato per la Vetrina della giovane danza d’autore - Anticorpi XL 2019

Spettacoli

mercoledì 22 aprile, 19:00Gallerie d'Italia - Palazzo Leoni Montanari

Space Oddity è una performance che nasce per il pubblico. Vive della relazione con lo spazio, il tempo e le persone che decidono di esporsi. È danza, puro movimento, e si ispira a tutto quello che è l’ambiente creando infinite relazioni, partendo dall’estetica del luogo e arrivando all’intimo dell’individuo, legando ciò che è lontano con ciò che è vicino, dando vita a connessioni invisibili che vivono soltanto dell’immaginazione dell’io. La performance è resa possibile grazie allo studio del luogo ed è limitata da un tempo che l’autrice ama definire “i 5 minuti di gloria della solitudine”, tempo dettato da una clessidra che determinerà il crearsi e lo svanire delle relazioni. L’atteggiamento necessario alla sua realizzazione è la sincerità.

SARA SGUOTTI
Sara Sguotti è una danzautrice che comincia a fare ricerca personale spinta dalla volontà di performare in maniera altra rispetto a ciò che il mondo della danza le propone. Inizia il suo percorso artistico frequentando l’Accademia di Belle arti di Frosinone proseguendo gli studi all’accademia di Firenze.Dal 2012 comincia a collaborare con la Compagnia Virgilio Sieni come danzatrice nei lavori Sonate Bach, Esercizi di Primavera, Dolce Vita, La Mer, La Sagra della Primavera, Il prigioniero e i 4 pezzi sacri, Le Bagnanti , la nuova produzione Metamorphosis e nei vari progetti dell’Accademia del Gesto e Biennale di Venezia Danza.
Nel 2015 comincia la collaborazione con la Compagnia Anton Lachky nel lavoro Side Effects. Nel 2016 inizia il suo percorso di assistente al movimento per gli spettacoli di circo contemporaneo del direttore Roberto Magro, con cui crea spettacoli per le scuole di circo Esac, Codars, Flic. Contemporaneamente lo stesso anno prende parte al remake del film Suspiria diretto da Luca Guadagnino firmando le coreografie in collaborazione con Damien Jalet. Nel 2017 collabora con Cristina Rizzo per la produzione VN\Serenade e con Roberto Magro per la creazione di Silenzio, spettacolo di circo contemporaneo . Nel 2018 prende parte alla creazione Joye de Vivre di Simona Bertozzi e nel 2019 comincia la collaborazione con Company Blu, nella creazione di un lavoro per un pubblico di bambini, Gnomi e per la nuova creazione W-Rap. Fa parte del collettivo LoStabileDiLì. II suo percorso personale inizia con S.solo con il quale vince il premio Corto in Danza e un premio di residenza e produzione presso Cie Twain. S.Solo è vincitore del bando DNA appunti coreografici 2017.Nel 2016 dà inizio insieme a Nicola Simone Cisternino al progetto SA.NI. con Tuttuno sono tra i vincitori del bando l’Italia dei Visionari 2017 e selezionati per la Vetrina AnticorpiXL 2107, vincitori del bando Cura 2017. Il suo primo lavoro, S. Rituale (versione duetto) \ S.SOLO (versione solo), debutta al Festival RomaEuropa nel 2018. Nel 2019 ha iniziato a lavorare sulla tematica del "rapporto con il pubblico" con un assolo chiamato Space Oddity. Nel 2019 collabora anche con Jari Boldrini per la nuova creazione di Nicola Simone Cisternino, Sobotta. Il suo nuovo progetto previsto per il 2021 esplorerà la modifica del corpo considerando le diverse situazioni sociali.

di e conSara Sguotti
consulenza musicaleSpartaco Cortesi
allestimento tecnicoMattia Bagnoli
occhio esternoElena Giannotti, Sa.Ni. Nicola Cisternino
produzioneTwain Centro di Produzione Danza
con il supporto diAtelier delle Arti e Armunia

News

Richiesta rimborso biglietti spettacoli annullati

Riassumiamo le possibilità previste, secondo il Decreto-Legge n. 18 del 17 marzo 2020, per chi ha acquistato biglietti o abbonamenti per gli spettacoli del Teatro Comunale di Vicenza annullati a seguito dell'emergenza epidemiologica da COVID-19.

Lettera agli Spettatori del Teatro Comunale

Gentile Spettatore,  La inviatiamo a leggere la lettera a Lei dedicata, scritta da Roberto Ditri, Presidente della Fondazione Teatro Comunale Città di Vicenza.
In collaborazione con