Spettacoli per le Scuole

Cybercon: emozioni in rete

Il Teatro delle Meraviglie

La data dello spettacolo potrebbe subire variazioni.

Spettacolo per le scuole - dai 6 ai 13 anni

in collaborazione con Theama Teatro
esperti che interverranno in classe Anna Zago, Alessandra Niero, Anna Farinello
coordinamento e regia Anna Zago

Spettacoli

ven 25 maggio, 20:00Sala Maggiore

Il progetto promuove l’educazione al teatro mettendo in rete le esperienze di diversi istituti di Vicenza e provincia per approfondire il tema della eco sostenibilità e della bellezza dei luoghi, intesi anche come luoghi delle emozioni. Sotto la guida di artisti-educatori qualificati di Theama Teatro, tutte le classi aderenti avranno la possibilità di far parte di un progetto teatrale dedicato all’Ambiente e all’Arte che permetterà ai giovani partecipanti di “abitare” il proprio teatro, di viverlo in prima persona, di calcarne il palcoscenico. Il Teatro Comunale diventa così un luogo dove catalizzare le energie, accendere passioni, favorire le capacità espresse e inespresse dei giovani attori e approfondire il tema della gestione dei rifiuti, dell’energia e delle risorse ambientali. Attraverso i laboratori e al conseguente spettacolo finale si mostrerà come sia possibile usare il teatro come strumento, mettendolo a disposizione dei bambini per nuove e stimolanti opportunità di crescita.

Percorso didattico
Le fasi previste sono due:
1) il laboratorio condotto da professionisti specializzati coadiuvati dall’insegnante di classe, finalizzato alla produzione di un piccolo momento teatrale
2) la realizzazione dello spettacolo “CYBERCON: emozioni in rete” al Teatro Comunale di Vicenza.

Ogni classe parteciperà a questo spettacolo mettendone in scena un frammento. Questo lavoro collettivo, ideato, coordinato e gestito da Theama Teatro costituirà il risultato finale del progetto.

L’esperienza di Theama Teatro si mette al servizio di questa nuova iniziativa e del mondo della scuola per costruire insieme un viaggio favoloso nell’immaginario del bambino e nell’ambiente che lo circonda, favorendo l’esperienza dell’arte e della bellezza per formare il pubblico di domani e contribuire a cambiare il modo di vivere e di vedere il futuro.