Danza al ridotto

Dal profondo del cuore

KAOS Balletto di Firenze
coreografie di Paolo Arcangeli, Christian Fara e Roberto Sartori

coreografie di Paolo Arcangeli, Christian Fara e Roberto Sartori

Spettacoli

sab 8 febbraio, 20:45Sala del Ridotto

Ispirati dai capolavori di Gian Lorenzo Bernini, Antonio Canova e dal contemporaneo Enrico Ferrarini, i coreografi Roberto Sartori, Christian Fara e Paolo Arcangeli si servono della danza per liberare lo spirito che la scultura ha imprigionato.
La scultura imprigiona il movimento nel marmo: i tre coreografi danno vita a un trittico per far sì che questo movimento esca fuori. Puro movimento e stasi assoluta, questa l'antitesi di partenza: due concetti totalmente opposti da cui i coreografi traggono spunto; se un’opera marmorea, immobile da sempre e per sempre, è in grado di generare così tanto movimento, ci dà uno spunto di ricerca su come il movimento e il corpo possano sfruttare questa capacità della stasi. La missione è liberare l’anima dei soggetti imprigionati negli strati di marmo modellato dagli scultori; certi che nel profondo delle opere giaccia un cuore pulsante, si serviranno della danza per far esprimere quello spirito imprigionato. Ma il cuore, se non viene alimentato dallo spirito dell’amore, si inaridisce: così i tre coreografi scopriranno che i prigionieri, pur concedendosi qualche attimo di emozione, tendono comunque a tornare al loro stato originario: il loro cuore, dopo così tanto tempo, è divenuto di marmo e non può esistere una danza priva di sentimenti.
Alla Prima nazionale al Teatro Le Laudi il 19 e 20 gennaio 2013, lo spettacolo ha registrato un duplice sold out, con grande successo da parte del pubblico e della critica.