"Wabi Sabi", "Oxytocin", "Nitta" di Tamir Golan e Reches Itzhaki Danza in Rete Festival 2024
Danza in Rete OFF

Wabi Sabi | Oxytocin | Nitta

Tamir Golan | Reches Itzhaki
prime regionali

1I2I3 programma per coreografi emergenti - direttore artistico Naomi Perlov

Spettacoli

sabato 9 marzo, 17:30Sala del RidottoAcquista bigliettoAcquista

Tamir Golan
WABI SABI
coreografia e performance Tamir Golan
musica Shinju di Hako Yamasaki
costumi Tamir Golan
In Wabi Sabi, Tamir Golan esplora il viaggio senza fine di un personaggio che incarna contemporaneamente: paesaggio, corpo, uomo, donna, animale e stati d'animo in rapida evoluzione. Tamir si è ispirato al "wabi sabi", una visione del mondo della cultura giapponese che si concentra sull'accettazione della transitorietà e dell'imperfezione, nonché a eventi ed emozioni della sua vita, all'estetica giapponese e alla musica della cantante Hako Yamasaki. Tamir ha esplorato stati emotivi opposti e li ha resi la routine quotidiana del personaggio. Il desiderio di mantenere l'equilibrio in una realtà in cui l'unica cosa stabile è l'instabilità si esprime nel virtuosismo contro l'indebolimento e la fragilità.


Tamir Golan
OXYTOCIN
coreografia Tamir Golan
danzatori Gil Elgrabli, Tamir Golan
musica Mica Levi
editing musicale Tamir Golan
La linea sottile tra desiderio e alienazione, tra calma e attacco d'ansia, tra riso e pianto. Confini, potere, empatia, controllo, frustrazione, false speranze, dipendenza, amore e odio. L'ossitocina è un ormone che viene secreto nelle donne e negli uomini durante l'orgasmo ed è noto anche come "ormone dell'amore". È anche un neurotrasmettitore che svolge un ruolo nelle relazioni sociali e può influenzare la formazione della fiducia interpersonale. L'ossitocina agisce come un amplificatore nella ricezione dei segnali sociali e quindi può anche causare sentimenti negativi di ansia e aggressività. Due persone che condividono un passato simile si interrogano sulla sottile differenza tra desiderio ed estraneità.


Tamir Golan, nato nel 1999, si è diplomato alla Alon High School for the Arts di Ramat Hasharon. Ha prestato servizio nell'IDF come eccezionale ballerino mentre studiava presso la Maslool - School Of Contemporary Dance Bikurey Ha'Itim Center TLV, sotto la direzione di Naomi Perlov e Ofir Dagan. Tra il 2019 e il 2022, Tamir ha danzato con l'Avshalom Pollak Dance Theater. Nel 2021, Tamir ha partecipato al programma 1|2|3 per coreografi emergenti del Centro Suzanne Dellal, dove ha creato tre nuovi pezzi. La sua creazione di duetti gli è valsa il premio "Outstanding Creator". Nell'ambito delle tournée internazionali del programma, Tamir è stato scelto per partecipare con le sue opere all'Holland Dance Festival (Den Hagg, Olanda) e a MILANoLTRE (Milano, Italia), e nell'autunno del 2023 ha creato un nuovo lavoro per il Conservatorio nazionale di Parigi, Francia.


Reches Itzhaki
NITTA
coreografia e performance Reches Itzhaki
musica Pallett di Khosrow and Shirin
costumi Adam Elezrah, Achinoam Cina

Con Nitta il coreografo presenta movimenti splendidamente articolati e ricchi di una grande varietà di dinamiche e texture. La performance fa pensare al caos naturale della fauna selvatica.


Reches Itzhaki, 22 anni, ha iniziato a ballare a sei anni nella scuola di danza "Pe'ima" del defunto padre. All'età di 12 anni è stato ammesso all'Accademia di Musica e Danza, da cui si è diplomato con il massimo dei voti. Subito dopo il diploma, nel giugno 2018, è stato accettato nel Batsheva Ensemble, dove è rimasto per due anni. Nel 2020, Reches ha iniziato a lavorare con i coreografi Lior Tavori, Anat Oz, Inbal Pinto, Yael Schiller e altri.

Danza in Rete OFF: i prossimi eventi

Solo andata

Spellbound Contemporary Ballet
prima nazionale e coproduzione

Danza Americane | A solo in the spotlights

Fabrizio Favale | Vittorio Pagani
anteprima nazionale e coproduzione | prima regionale

Sette soli sotterranei

Jennifer rosa / Spettatori Danzanti
prima nazionale

Condividi su