Vicenza Jazz

Yaniv Taubenhouse | Joe Lovano Trio Tapestry

Spettacoli

sabato 14 maggio, 21:00Teatro Olimpico

Nato, cresciuto e formatosi musicalmente in Israele, nel 2009 Yaniv Taubenhouse si trasferisce negli Stati Uniti per proseguire gli studi, approfondendo sia il pianismo jazz che quello classico. Il suo debutto discografico arriva nel 2014 (Here from There). Da allora è di base a New York. La sua attività da leader è legata soprattutto al trio con Rick Rosato e Jerad Lippi, formazione ben documentata su etichetta Fresh Sound Records. Tra le sue collaborazioni spiccano quelle con Anat Cohen, Ari Hoenig, David Schnitter, Roswell Rudd, Orlando le Fleming, Ferenc Nemeth, Will Vinson.

Yaniv Taubenhousepianoforte

Nato a Cleveland nel 1952, Joe Lovano si è affermato sulla scena jazzistica senza bruciare le tappe, ma arrivando infine alla sommità della piramide: è oggi uno dei più emblematici e famosi sassofonisti di estrazione post-boppistica, e incarna alla perfezione quel mix di titanica potenza e di scavo intellettuale che dai tempi di Coltrane si associa ai grandi tenoristi.

La formazione di Lovano, iniziata con le prime esibizioni sin dall’adolescenza, si completa alla Berklee School of Music di Boston, dove tra i suoi compagni di corsi ci sono John Scofield, Bill Frisell e Kenny Werner, coi quali poi collaborerà.

I primi ingaggi di livello al termine degli studi sono con due organisti di celebrata maestria: Lonnie Smith e Jack McDuff. Negli anni Settanta prende parte anche a vari tour con Woody Herman. Poi è la volta del trasferimento a New York, con l’arrivo della nuova decade. Fa parte dell’orchestra di Thad Jones e Mel Lewis dal 1980 al 1991, della band di Paul Motian, del quartetto di Scofield, e si affianca a Elvin Jones, Carla Bley, Lee Konitz, Charlie Haden, Bob Brookmeyer…

Il suo debutto discografico da leader avviene in Italia grazie alla Soul Note (Tones, Shapes & Colors, 1985) ma è grazie al contratto con la Blue Note, iniziato nel 1991 che Lovano finalmente si impone come esponente di prima grandezza sulla scena internazionale. Nella sua cospicua discografia si alternano opere di spiccata originalità e omaggi ad artisti e repertori che denotano la vastità degli interessi del sassofonista (Charlie Parker, Tadd Dameron, Frank Sinatra, Enrico Caruso). I referendum di DownBeat lo hanno premiato ripetutamente.

Dopo ben 26 anni e 25 album da leader o co-leader, culminati con Classic! Live at Newport (2016), Joe Lovano ha detto addio alla sua storica casa discografica, la Blue Note. La creazione del Trio Tapestry e la registrazione dell’omonimo album (2019) hanno segnato il primo passo della sua nuova collaborazione con l’etichetta ECM. Nel 2021 è poi giunto il secondo album del trio: Garden of Expression. Joe Lovano e Marilyn Crispell si intendono a meraviglia sulle strutture, mentre Carmen Castaldi interagisce con grande sensibilità, grazie alla già lunga esperienza al fianco di Lovano.

Joe Lovanosax tenore
Marilyn Crispellpianoforte
Carmen Castaldibatteria

 

News

Dal 1° maggio decade l'obbligo del Green Pass per l'accesso a Teatro

Si avvisa che dal 1° maggio 2022 decade l'obbligo di esibire il Green Pass 'rafforzato' per l'accesso a Teatro.

leggi di più
Condividi su