Vicenza Jazz - Eventi estivi

SuperBlue: KURT ELLING featuring Charlie Hunter

In caso di maltempo il concerto si terrà nella Sala Maggiore del Teatro Comunale di Vicenza.

Spettacoli

sabato 16 luglio, 20:00Chiostri di S. CoronaAcquista bigliettoAcquista

Tra una diva jazz e l’altra, ogni tanto sulla Terra arriva anche una voce maschile carismatica. Kurt Elling, classe ’67, con la sua immagine e gli atteggiamenti sfacciatamente hip è piombato come un ufo nel felpato mondo dello swing odierno. Risultato, anche per via delle doti vocali: un successo planetario, sancito dalle ripetute vittorie nei referendum sia di DownBeat (per quattordici anni consecutivi a partire dal 2000!) che di Jazz Times come migliore voce maschile. Aggiungete poi due Grammy (e quindici nomination), una dozzina di premi della Jazz Journalists Association e altri trofei raccolti in Europa.

Dopo un lungo sodalizio con la Blue Note, nel 2007 Elling è approdato alla Concord, continuando a sfornare dischi in cui l’irresistibile fascino canoro si somma a programmi musicali composti con bizzarra maestria. Sotto l’egida del producer Don Was (specializzato in Bob Dylan e Rolling Stones), una specie di nuovo corso nella carriera del cantante arrivò nel 2011, con l’album The Gate. Un’opera beffarda che poneva Elling davanti all’inevitabile bivio creato dal successo: a destra si prosegue lungo la strada del jazz, a sinistra si imbocca la rock avenue. Allora da che parte prendere? Elling divaricò le gambe, facendo lunghi passi in entrambe le direzioni. E sorpresa: come cantante pop dimostrò un’autorevolezza espressiva pari alle sue doti di jazz performer.

Il circuito virtuoso tra il richiamo pop del repertorio e la sofisticata levatura jazzistica di Elling fu confermato dal successivo 1619 Broadway – The Brill Building Project (2012), col suo affondo nella canzone statunitense tra anni Cinquanta e Sessanta. E poi ancora dal repertorio assemblato con la massima varietà ma saldamente coerente nella visione interpretativa di Passion World (2015): canzoni raccolte in giro per il globo, da Cuba all’Islanda, dalla Scozia alla Francia, tutte accomunate dall’intensità emotiva dei testi. Amori, passioni romantiche e strapazzi di cuore in un esotico viaggio attorno al mondo. Più di recente è arrivato anche un disco di songs natalizie, The Beautiful Day (2016, OKeh/Sony).

Qualche anno, tre dischi e una casa discografica dopo, lo ascoltiamo in SuperBlue (2021, Edition Records) in compagnia del chitarrista Charlie Hunter. È con questo progetto che lo si sentirà a Vicenza Jazz: qui il senso del groove assurge a una nuova dimensione anche per un artista di vasta esperienza come Elling, grazie alle basi ritmiche predisposte per l’album da due campioni dell’hip hop, come Corey Fonville e DJ Harrison.

Kurt Ellingvoce
Charlie Hunterchitarra
Dj Harrisontastiere
Corey Fonvillebatteria

 

Vicenza Jazz - Eventi estivi: i prossimi eventi

Filippo Vignato Solo

 BACÀN Residency Opening Act

Nosferatu il vampiro

Film muto musicato dal vivo

Condividi su