Fred Hersch Trio

Spettacoli

mercoledì 7 luglio, 20:30Teatro Olimpico

Nel Grande Libro delle Frasi Celebri a un certo punto si legge “I wouldn’t be doing what I do if I hadn’t learned from Fred” (ovvero “Non starei facendo ciò che faccio se non avessi imparato da Fred”): parole di Brad Mehldau, riferite a Fred Hersch, del quale è stato allievo.

Nato a Cincinnati nel 1955, Fred Hersch dimostra un precoce talento per il pianoforte: lo studia sin dall’età di quattro anni e a dieci già vinceva competizioni pianistiche di livello nazionale. Gli anni del college sono anche quelli della scoperta del jazz. La prima collaborazione di rilievo fu con Art Farmer (spiccano poi gli incontri con Joe Henderson, Stan Getz, Toots Thielemans e Janis Siegel), ma dall’inizio degli anni Ottanta lo si trova già attivo soprattutto come leader nei format che rimarranno i suoi più abituali: il trio, il duo e il piano solo.

Il trio di Hersch incarna nel suo massimo splendore il concetto di piano trio plasmato sulla tradizione billevansiana. Ma il modello è anche ampiamente aggiornato: gli sviluppi armonici, le sottigliezze ritmiche e il sound del trio di Hersch denotano una spiccata individualità, pienamente contemporanea.

Hersch è un artista davvero unico nel panorama jazzistico, con uno stile esecutivo formatosi sui modelli di Bill Evans ed Herbie Hancock, filtrati da un’acuta sensibilità e da una solida preparazione classica. Ogni episodio della sua ricca discografia, così come ogni sua singola esibizione, è un momento di profonda rivelazione musicale, offerto all’ascoltatore come una gemma preziosa.

Fred Herschpianoforte
Drew Gresscontrabbasso
Joey Baronbatteria