Incontri - 72° Ciclo Classici

Ecuba | Metateatro (e metà chissà)

 Alle frontiere della scrittura teatrale

Laboratorio Olimpico 2019 (XIV edizione)
con il contributo dell’Accademia Olimpica di Vicenza
tavola rotonda con la partecipazione di Marina Carr, autrice di Ecuba
intervistata da Monica Capuani
introduzione a cura di Roberto Cuppone

Spettacoli

sabato 12 ottobre, 18:00Odeo del Teatro Olimpico

Generalmente per metateatro si intende quel corto circuito che avviene nello spettatore quando il teatro è oggetto di se stesso; ma a ben guardare questa “scintilla” in teatro scocca sempre, quando l’attore riesce ad apparire altro da sé proprio mentre si dichiara finto; quando dialoga con i personaggi e con gli spettatori come parti di uno stesso copione; quando passa dall’extraquotidiano al quotidiano, e viceversa, e noi con lui; insomma è quella soglia attraverso cui l’attore va e viene, come un mercurio trismegisto e imbroglione, prendendoci per mano e ricordandoci che siamo a teatro perché siamo a teatro; più una regola che un’eccezione. Il Teatro Olimpico di Vicenza, emblema unico di questo paradosso, di un hic et nunc fissato ad aeternum, è lo sfondo ideale per questa riflessione.

a cura di