Vicenza Jazz

Tigran Hamasyan Trio “StandArt”| Doctor 3 “Mingus Three”

Shows

Thursday 19 May, 21:00Teatro Olimpico

Gestualità, postura e, quel che più conta, espressività musicale sono à la Brad Mehldau: è davvero il caso di tenere gli occhi aperti su Tigran Hamasyan. Ma il pianista armeno (nato nel 1987) non è certo un emulo. Persegue invece una spiccata originalità: nella musica che esegue emerge prima di tutto l’elemento folklorico del suo paese. Ad arricchirne la tavolozza intervengono poi elementi jazzistici e, sporadicamente, rock.

Tigran ha collaborato con artisti come Dhafer Youssef, Ari Hoenig, Lars Danielsson, Arve Henriksen, Eivind Aarset e Jan Bang (Atmosphères, su ECM). Ma già dai suoi primi passi ha puntato sull’attività da leader. Dopo aver vinto il concorso pianistico del Montreux Jazz Festival (2003), la Thelonious Monk International Jazz Piano Competition (2006) e svariati altri premi, ha dato il via alla sua produzione discografica con World Passion (2006). I dischi più recenti, grazie all’intervento di etichette come Verve, ECM, Nonesuch, lo hanno rapidamente imposto all’attenzione internazionale, permettendogli di conquistare i favori del pubblico e degli ‘addetti ai lavori’, se così possiamo chiamare due suoi celebri fan: Herbie Hancock e… Brad Mehldau.

Tigran si esibirà a Vicenza Jazz pochi giorni dopo la pubblicazione del suo nuovo album StandArt (Nonesuch): la sua prima prova completamente dedicata al repertorio degli standard.

Tigran Hamasyanpianoforte
Matt Brewercontrabbasso
Justin Brownbatteria

I Doctor 3 sono degli specialisti della forma canzone, che sanno scavare in ogni suo anfratto lirico, sia che si tratti di un classico del song book americano o, come più probabile, di un noto tema pop-rock riletto in chiave jazz.

La sensibilità musicale dei Doctor 3 si è concretizzata in undici dischi dai toni poetici, umbratili, sussurrati, intimisti, caratterizzati da un senso melodico debordante e uno slancio ritmico che trasforma la semplice pulsazione in puro colore strumentale. Non stupisce che il trio abbia saputo conquistarsi la stima del pubblico e la critica musicale in un batter d’occhio, sin dal suo esordio nel 1997. Pluripremiati dalla stampa specializzata (hanno vinto più volte il referendum Top Jazz di Musica Jazz sia come gruppo che per i loro dischi), in oltre venti anni di attività i Doctor 3 hanno portato alla massima coerenza la loro idea originaria: la capacità di dare una marcata personalità jazzistica agli spunti più interessanti del pop internazionale e della canzone italiana d’autore.

La band mancava dai palcoscenici da un po’ di tempo e un suo ritorno in scena era quanto mai atteso e auspicato. Ma quello che stupisce è l’adesione dei Doctor 3 al tema portante di Vicenza Jazz 2022: il gruppo si cimenterà su un terreno più jazzistico del consueto, inserendo in scaletta musiche di Mingus.

Danilo Reapianoforte
Enzo Pietropaolicontrabbasso
Fabrizio Sferrabatteria

News

Dal 1° maggio decade l'obbligo del Green Pass per l'accesso a Teatro

Si avvisa che dal 1° maggio 2022 decade l'obbligo di esibire il Green Pass 'rafforzato' per l'accesso a Teatro.

more
Condividi su