Daniele Albanese

BIRDS FLOCKING PROJECT
Il movimento degli stormi come modello coreografico

Tema del lavoro in residenza

È capitato a tutti prima o poi di vedere grandi stormi di uccelli, all'imbrunire, compiere nell'aria strane evoluzioni creando straordinarie combinazioni di forme in movimento.
Il loro muoversi segue dinamiche che appaiono casuali ed organizzate allo stesso tempo.
Diversi scienziati hanno individuato logiche matematiche dietro a questo crearsi e ricrearsi continuo di geometrie, ma ancora molto è da scoprire sulla reale comunicazione in tempo reale tra i componenti dello stormo.
A partire da queste osservazioni semplici il progetto vuole definire un movimento fluido e continuo con una microscopica comunicazione tra i danzatori e lo spazio mettendo a confronto i due poli opposti di struttura e libertà – forme e direzioni che possano incorniciare il movimento e un moto sfuggente che vada al contrario verso la non possibilità di scrittura.
Il corpo è pensato come multicentrico e multi-direzionale.
La danza avviene in uno spazio mobile, un paesaggio che si modifica nel tempo attraverso la luce.
La musica composta ad hoc si articola tra l'individuazione di luoghi e paesaggi e la messa in evidenza dei sottili cambi di direzione dei danzatori.
Il lavoro va verso la creazione di uno spettacolo pur restando fedele al carattere di ricerca del progetto, con un costante processo di creazione e di ri-creazione.Il lavoro indaga un movimento fluido e continuo con una microscopica comunicazione tra i danzatori e lo spazio mettendo a confronto i due poli opposti di struttura e libertà: forme e direzioni che possano incorniciare il movimento e un moto sfuggente che vada al contrario verso la non possibilità di scrittura.

Date della residenza

L'artista sarà in residenza al Teatro Comunale dal 24 novembre al 1 dicembre 2018. Questo progetto di residenza prevede, oltre allo sharing aperto al pubblico, un percorso di audience development dedicato a ragazzi under 35, una call per danzatori-coreografi under 30 che parteciperanno alla residenza e allo sharing, una serie di incontri di tutoraggio.

Sharing aperto al pubblico

data: sabato 1 dicembre ore 18.00

sede: Sala del Ridotto

Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria del posto inviando una mail a segreteria@tcvi.it o telefonando allo 0444 327393.

Open Call per 10 danzatori e coreografi under

La Residenza di Daniele Albanese, danzatore e coreografo, al Teatro Comunale di Vicenza prevede la partecipazione di 10 giovani danzatori e coreografi under 30. La residenza porterà alla creazione di Birds Flocking Project - Il movimento degli stormi come modello coreografico. Il percorso, guidato da Daniele Albanese, propone approcci, modi e riflessioni sulla scrittura coreografica al fine di stimolare una personale ed originale indagine artistica.

La partecipazione è gratuita e prevede la presenza continuativa nei giorni 29, 30 novembre e 1° dicembre (16 ore). Lo sharing aperto al pubblico avverrà sabato 1° dicembre, alle ore 18.00, al Teatro Comunale di Vicenza.

Il percorso, completamente gratuito, si svolgerà nella Sala de Ridotto del Teatro Comunale nei giorni e orari:
- giovedì 29 novembre, 18.00-20.00
- venerdì 30 novembre, 14.00-18.00
- sabato 1 dicembre, 10.00-13.00 e 15.00-18.00
- sabato 1 dicembre, ore 18.00 - sharing finale con il coinvolgimento dei danzatori

Chi partecipa al workshop ha la possibilità di:
- seminario condotto da Bruno Guillore, direttore artistico associato della Hofesh Shechter Company affiancato da due danzatori della compagnia, venerdì 30 novembre dalle 10 alle 12. (Sam Coren, maître de ballet di Hofesh Shechter Company – Shechter II, che avrebbe dovuto condurre il seminario, per problemi personali non seguirà la tournee.)
- avere un biglietto omaggio per lo spettacolo SHOW, di Hofesh Shechter Company – Shechter II, inserito nella stagione di Danza del TCVI, in programma sabato 1° dicembre, alle ore 20.45.

ISCRIZIONI
Per partecipare è necessario inviare una breve presentazione e il proprio CV a segreteria@tcvi.it.

Audience development per under 35

Il percorso di audience development vuole sviluppare lo sguardo critico dello spettatore, offrendo opportunità di approfondimento suggestioni in grado di ampliare la percezione e la visione dello spettacolo dal vivo.
I partecipanti conosceranno gli artisti della residenza WeArt3, assisteranno ad alcune fasi della creazione dei nuovi spettacoli e alle restituzioni pubbliche in programma.
Parte fondamentale dell’audience development sarà la realizzazione di articoli, commenti e la creazione di materiali (testi e immagini, foto e riprese) che saranno pubblicati sul blog dedicato.

ISCRIZIONI
Il percorso è dedicato a giovani under 35. Per partecipare al progetto di audience development è necessario inviare una breve presentazione a segreteria@tcvi.it