POP - Palladio Olimpico Project

IL PRIMO teatro stabile coperto del mondo.
L’UNICA scenografia rinascimentale conservata.
L’ULTIMA opera di Palladio.
L’OLIMPICO come non lo avete mai visto.

UN NUOVO MODO DI RACCONTARE IL TEATRO OLIMPICO DI VICENZA.

Un percorso narrativo con immagini, luci e suoni, per un’esperienza emozionante alla scoperta del teatro più antico del mondo.

La Fondazione Teatro, tra le attività di diffusione di tutte le forme dello spettacolo per favorire la crescita culturale della comunità, sviluppa anche iniziative tese a sostenere il turismo culturale della città in stretto accordo con l’Amministrazione comunale. È per questo che nel 2018 è lieta di aver partecipato alla realizzazione del nuovo percorso di visita del Teatro Olimpico di Vicenza.

POP - Palladio Olimpico Project nasce dal desiderio del Comune di Vicenza di rendere memorabile e assolutamente innovativa, quantomeno rispetto agli standard italiani, la visita dell’Olimpico di Vicenza, il primo teatro coperto del mondo con l’unica scenografia rinascimentale conservata, nonché ultima opera di Andrea Palladio.
POP è anche il prototipo di un modello narrativo, ideato da Alessandro Baricco e prodotto dalla Scuola Holden, che mira alla valorizzazione di spazi storici straordinari; è un racconto che permetterà al pubblico di avvicinarsi a un luogo vivendo un’esperienza, attraverso la messa in scena non di un’opera, ma del luogo stesso.

Il progetto è realizzato grazie al sostegno delle aziende main sponsor, Confindustria Vicenza, Gruppo Aim e Fondazione Cariverona, e dello sponsor tecnico, Ideal, marchio dell'azienda Bibetech di Montecchio Maggiore, specializzato nell'illuminazione dell'arte.

Nell’allestimento realizzato per la visita dell’Olimpico, tutti gli spazi del Teatro sono coinvolti nella narrazione, diventando prologo ed epilogo dello spettacolo che prenderà vita nella Sala. I visitatori faranno dunque un percorso, andando alla scoperta di storie, voci, video e immagini, tutti piccoli pezzi di un quadro più grande che si comporrà man mano, fino a svelare il finale spettacolare.

Grazie a POP saranno visitabili virtualmente anche le scene e il palcoscenico, spazi solitamente off limits, così che il pubblico possa navigare fino agli angoli più impensabili del Teatro. Dopodiché, una volta usciti dalla Sala per tornare nel mondo (quello reale), ognuno avrà la consapevolezza di essere diventato a sua volta depositario della storia dell’Olimpico: per sempre la ricorderà, e per sempre la racconterà ad altri.

Dalla sala dell'Odeo attraverso un piccolo sipario teatrale si entrerà nella sala dell'Antiodeo che ospiterà l'incontro virtuale con lo scrittore Alessandro Baricco, il quale racconterà - attraverso uno schermo - la storia e le meraviglie del più antico teatro coperto della cultura occidentale.
Nella sala del Teatro, cuore della narrazione, a cui si accederà come nel passato dall'alto, il visitatore prima assisterà a uno spettacolo di suoni e luci, poi visiterà virtualmente, tramite il tablet, i luoghi nascosti del teatro, infine, ammirerà nella sua naturalezza lo straordinario monumento.

Orario visite

(durata di 45 minuti):
• luglio e agosto 2018: ore 15.15, 16 e 16.45
• da settembre 2018: ore 14.15, 15 e 15.45

Chi vuole visitare il Teatro in modo tradizionale può farlo durante gli altri orari di apertura.
Informazioni: ufficio Iat tel. 0444320854, iat@comune.vicenza.it, http://palladiolimpicoproject.it/

Esclusivamente per i gruppi è obbligatoria la prenotazione attraverso il call center tel. 0444964380 o tramite email booking@comune.vicenza.it.