"Les Misérables - o della miseria umana" di C&C Company in scena il 23 luglio al TCVI
Danza in Rete

Les Misérables - o della miseria umana

C&C Company
Prima nazionale e co-produzione del Festival Danza in Rete

Lo spettacolo prevede scene di nudo parziale.

Creazione selezionata per gli Open Studios di NID Platform 2019

Spettacoli

venerdì 23 luglio, 20:00Teatro Comunale di Vicenza - Sala Maggiore

Il Teatro Comunale di Vicenza ha da sempre la vocazione per il teatro di danza. Che presenta nelle sue maggiori espressioni internazionali ma anche e soprattutto supporta nei progetti di autori italiani, che stanno iniziando un proprio discorso creativo.

È questo il caso di Carlo Massari e della sua C&C Company che grazie al fatto di aver presentato un primo abbozzo del suo progetto Les Miserables alla NID, vetrina nazionale della danza italiana nell’ottobre 2019, ha ottenuto dal TCVI un importante sostegno produttivo, in vista della prima nazionale che finalmente va ora in scena.

Massari nasce innanzi tutto come attore e la sua origine artistica si vede nella predilezione di elaborare delle drammaturgie ispirate a tematiche sociali e ad un’osservazione delle contraddizioni in cui è impaniato il vissuto di oggigiorno, per darne voce, oltre che gesto, nelle sue piéces di teatro danzato. Sarcastici, grotteschi, impertinenti i suoi lavori usano ogni forma di espressione -dalle clownerie al physical theater, al canto e la declamazione- e così come si usava nelle antiche Satire latine (che del resto significavano piccanti potpourri di temi e linguaggi) di questo crogiolo di segni e vocabolari si serve per fare arrivare direttamente allo spettatore il messaggio che ha a cuore.

In Les Miserables, secondo step di una trilogia dedicata all’esplorazione della ‘bestialità umana’, Massari con i suoi quattro performers (più uno, con tanto di corona in testa, che osserva seduto, su una carrozzina, insieme a noi la rappresentazione dei quattro sgangherati giullari) mette in scena la miseria umana affidando a espliciti segni la descrizione delle bassezze cui si può arrivare nelle relazioni. Sgambetti fisici che alludono a quelli morali, cadute che non vengono soccorse, zoppicamenti, affannose tenute di passo: i quattro con guepière e parruccone fingono un vaudeville che con toni da avanspettacolo infila il coltello nella piaga delle meschinerie umane. L’autore accenna a riflessioni filosofiche, antropologiche e politiche alla base della ricerca, nutrimento della sua curiosità intellettuale fervida e vorace. Ma la cosa che spicca di più è la non comune capacità di trasferire tutto il materiale teorico in una pratica spettacolare, immediata, che funziona-leggibile ma non superficiale.


C&C COMPANY
C&C si identifica come progetto di creazione e sviluppo di un linguaggio artistico in continuo divenire, indirizzato verso un’indagine fisica e drammaturgica, in stretta relazione con tematiche sociali contemporanee.
Caratterizzata da un lavoro privo di sovrastrutture, C&C si interessa alla profondità delle relazioni interpersonali con l’obiettivo di portare la verità sul palco attraverso un linguaggio profondamente fisico, leggibile, universale.
La Compagnia, nata nel 2011, denota fin dagli esordi una vocazione per l’ibridazione tra danza e physical theater con altri codici artistici. Tra le numerose produzioni che vantano tournée e riconoscimenti internazionali (Les HiverOclytes/Les Hivernales [FR], International Choreographic Competition Hannover [DE], Zawirowania Competition [PL], Konzert Theater Berne [CH], Machol Shalem Dance Competition [IL], ACT Festival [ES], Premio Roma Danza [IT], …) sono ricorrenti le creazioni che prevedono il coinvolgimento, sia in fase di progettazione che performativa, delle comunità con cui la Compagnia entra in contatto instaurando un dialogo con la collettività in grado di potenziare il progetto artistico rendendolo concreto ed efficace: una ricerca di verità relazionale che caratterizza la poetica di C&C e che si coniuga ad una totale apertura immaginifica e ad una curiosità creativa capaci di sviluppare l’astratto dal reale e di avvicinare il pubblico all’esperienza teatrale. Parallelamente all’attività di produzione, sono inoltre in continua evoluzione progetti formativi e performativi in collaborazione con rilevanti festival e realtà culturali italiane (RomaEuropa Festival, Art Factory International, Agorà Coaching Project, …), nonché collaborazioni e coproduzioni con compagnie di rilevanza internazionale quali Petri-Dish (BE) e Cia Du’k’to (ES).
Attualmente la Compagnia ha la direzione artistica nel progetto internazionale di formazione multidisciplinare ANFIBIA (in collaborazione con Leggere Strutture ArtFactory) e nell’organizzazione del festival “Danzare il Tramonto”.

creazione originale e librettoCarlo Massari
arrangiamenti e coaching vocaleChiara Osella
conChristian Leveque, Carlo Massari, Luigi Monfredini, Alice Monti, Luca Sansoè
disegno luciFrancesco Massari
fonicaMarco Bolognesi
in co-produzione conTeatri di Vetro/Triangolo Scaleno Teatro, Festival Danza in Rete/Teatro Comunale di Vicenza
con il sostegno diFondazione Nazionale della Danza / Aterballetto, CLAPS - Spettacolo dal vivo

Durata: 50 minuti