Victor_1400x372
  • Incontri con la danza

    Per gli appuntamenti della Stagione di Danza si svolge nel Foyer del Teatro alle ore 20 (e alle ore 17 per le seconde date) "L’incontro con la Danza", una presentazione degli spettacoli curata da giornalisti e critici, studiosi per introdurre gli spettatori ai diversi generi, luoghi e stili dell'arte coreutica.
    Per partecipare è necessario essere in possesso del biglietto o dell’abbonamento.

  • Supporter Danza

    Il progetto prevede, prima degli spettacoli “ufficiali”, una breve esibizione di giovani promesse della danza, segnalate da critici ed esperti, pochi minuti per offrire agli spettatori la possibilità di vedere rappresentate nuove tendenze e ai nuovi interpreti di farsi conoscere dal pubblico presente in sala.

Ristoratori_teatro

EL AMOR BRUJO

Victor Ullate Ballet

direzione Victor Ullate
direzione Artistica Eduardo Lao

coreografia Victor Ullate
assistente alla coreografia Eduardo Lao
musica Manuel De Falla, Luis Delgado, In Slaughter Natives
luci e Scene Paco Azorín
assistente al disegno luci Pedro Chamizo
costumi María Araujo
ideazione suoni Miguel Lizarraga
creazione video Greyman

INCONTRO CON LA DANZA
sabato 21 aprile 2018 ore 20.00
domenica 22 aprile 2018 ore 17.00
condotto da SILVIA POLETTI giornalista, critico ed esperta di danza.

PROGETTO SUPPORTER DANZA Sabato 21 Aprile ore 20.45
Il progetto prevede, prima dello spettacolo, una breve esibizione di giovani promesse della danza, segnalate da critici ed esperti, pochi minuti per offrire agli spettatori la possibilità di vedere rappresentate nuove tendenze e ai nuovi interpreti di farsi conoscere dal pubblico presente in sala. Ad esibirsi, sabato 21 aprile ore 20.45, Simone Zambelli con Non ricordo.
Per maggiori informazioni clicca QUI

Programma

Nel febbraio 2016 debutta una rivisitazione de EL AMOR BRUJO, inizialmente creata da Victor Ullate nel maggio 1994 al Teatro la Maestranza di Siviglia. Questa versione prevede una nuova scenografia, nuovi costumi e una maggiore attenzione alle luci – il fuoco fatuo – presente nell’intera trama del balletto. Anche la colonna sonora e’ innovativa perché combina gli effetti musicali di Luis Deldado, della versione originale, alle musiche dark ambient dei “In Slaughter Natives” così da accompagnare lo spettatore attraverso il viaggio di vita e morte che la trama ispira. L’opera fu scritta da Manuel de Falla all’inizio del XX secolo ed ha un forte e preciso sapore andaluso. Esplora il misticismo gitano ed approccia l’amore nella sua forma primitiva ed essenziale. De Falla ci racconta la storia di Candelas, una gitana che è stata un tempo amata da un giovane il quale, anche dopo essere stato ucciso in un duello, continua a perseguitarla apparendole come spettro. Questa è una storia di passione ed amore, di pianto e disperazione, di stregoneria e seduzione, di danza e di morte. La coreografia contiene momenti di toccante bellezza, come Canción del amor dolido, Romance del pescador e Cancion del fuego fatuo. Nello spettacolo sono inserite anche tre canzoni popolari scritte dallo stesso Manuel de Falla: Nana, Polo y Asturiana e José el eterno amante che prevede anche una variazione di Paco de Lucia. Una nuova versione de El Amor Brujo, diverso nella forma ma eterno nella sua essenza. Victor Ullate

SINOSSI
L'azione si svolge in un villaggio dell'Andalusia. Candelas, una gitana che è stata un tempo amata da un giovane il quale, anche dopo essere stato ucciso in un duello, continua a perseguitarla apparendole come spettro.
Quando Candelas trova un nuovo amore in Carmelo, egli interviene per separarla dal fidanzato. Essa, tenta allora di esorcizzare lo spettro mediante la Danza rituale del fuoco per cacciare i cattivi spiriti, che ha tutte le caratteristiche del rito apotropaico, ma è soltanto con l'intervento di una giovane amica, Lucia, che riesce ad allontanare il fantasma. Lucia distoglierà il fantasma, seducendolo: il sortilegio sarà così sciolto e i due amanti potranno finalmente unirsi.

Soci