Davoli_1400x372
Ristoratori_teatro

La Prima Biennale Internazionale del Cortometraggio

L'idea
L'idea di immaginare uno spazio che racconti il cinema attraverso il linguaggio del cortometraggio in tutte le sue declinazioni é nata dopo un lungo percorso fatto di produzione cinematografica, di organizzazione di festival ma anche di svariati passaggi tra i festival più importanti in giro per il mondo, come osservatore di narrazioni visive e ultima ma non meno importante, un grande e intramontabile amore per l'arte contemporanea.

Il corto e’ un territorio autonomo di grande liberta’espressiva, che sta al racconto come il romanzo al film. Ma il corto è anche uno spazio di autoproduzione, l'esordio di grandi registi, il percorso di sperimentazioni e di precursori di nuovi linguaggi.

La brevità del cinema è una virtù, un' esigenza di sintesi, una provocazione che caratterizza le avanguardie.

Infatti per essere concisi non basta carattere, mestiere e un po' di fortuna: ci vuole tempo.

"… non ho avuto tempo di essere breve" citando Blaise Pascal

Una volta compresso, il tempo esplode e ci colpisce in tutta la sua dirompenza. Massima potenza nel minimo volume.

Negli ultimi 20 anni I festival sono diventati i luoghi di visione, di condivisione ma anche spazi dove gli autori possono trovare nuovi produttori e distributori insomma i luoghi dove il cinema si espande trovando una sua naturale continuità.

Tuttavia i festival pur nella loro straordinaria organizzazione soffrono i limiti della competizione, dei premi, delle giurie e gli stessi premi non rappresentano certo delle svolte decisive per la carriera degli autori.

Ecco perché l'idea di una biennale internazionale.

Una grande esposizione di cinema che ci racconta l'opera d'arte del cortometraggio nella sua espressione piu' immaginifica dove il pubblico può attraversare questa forma espressiva e contemplarla come un'opera d'arte in uno spazio espositivo.

Lo Sguardo al Futuro
La Prima Biennale Internazionale del Cortometraggio rappresenta un momento unico di incontro con l'arte e un'occasione per poter condividere opere di straordinario valore che rimarrebbero sconosciute nonostante i numerosi riconoscimenti internazionali.

Sarà la città del Palladio, cullata dai monti Berici a dare i natali a questo inedito evento internazionale.

Un nuovo modo di avvicinarsi all'arte cinematografica.

Luca Dal Molin
Giulia Bressanelli

Programma

PROIEZIONE CORTOMETRAGGI
dalle ore 16.00 alle ore 19.00

HOTEL ROOM STORY
DI DANIEL PIERA SPAGNA 18’ 2008 FICTION, SPAGNA
BAJOLA ALMOHADA
DI ISABEL HOREGERA 8’ 2013, ANIMAZIONE, INDIA
CAMERA DOPPIA DI FABIAN GIESSLER , 9’ 2012, ANIMAZIONE, GERMANIA
COLERA DI ARTIZ MORENO, 6.30 ,2014 , FICTION SPAGNA
ELETRIC INDIGO DI JULIEN COLLETTE 25’, 2013, BELGIO, DRAMMATICO
PAUSA HOTZANAK
, DI IZIBENE ONEDERRA, 5’, 2013, PAESI BASSI, FICTION
FEEL LOST DI MANUEL ARAGON, 13’ , 2012, SPAGNA, ROMANTICO
NULLARBOR
DI PATRIK SARELL, ALISTER LOCKHART ,11’ , 2011, AUSTRALIA, ANIMAZIONE
ROBOTA DI DAVID BRAUN E VICTOR SALA ,7’ , 2013 , SPAGNA, SPERIMENTALE
THE GALLANT CAPTAIN DI KATRINA MATIHERS .9’, 2013, AUSTRALIA ANIMAZIONE
VISTEME DESPAGIO QUE TENGO PRISA, DI KIKE ARROIO 9’ SPAGNA , 2014 , FICTION
VOICE OVER, DI MARTIN ROSETE, 10’ 2012, FICTION, SPAGNA
NAUFRAGE, DI CLORINDE DURAND, 7’ 2008 , FRANCIA, SPERIMENTALE
DOLOR DI WALDIMIR JOHANSSON ,12’, 2008, ISLANDA, DRAMMATICO
BRIEF AN EINEN FREUND DI SEBASTIAN BLANK, 18’ , 2008, GERMANIA, THRILLER

dalle ore 20.30
VALERIO CAPRARA INCONTRA NINETTO DAVOLI
CON PROIEZIONE DEI CORTOMETRAGGI STORICI INTERPRETATI DA DAVOLI , UNA VITA PASSATA CON PIER PAOLO PASOLINI.

Per ulteriori informazioni clicca qui

Soci