Calimero_9056_980x260
Ristoratori_teatro

Ballata di uomini e cani

dedicata a Jack London
 
di e con Marco Paolini
musiche originali composte ed eseguite da Lorenzo Monguzzi con  Angelo Baselli e Gianluca Casadei
chitarra e voce Lorenzo Monguzzi
clarinetto Angelo Baselli
fisarmonica Gianluca Casadei
consulenza e concertazione musicale Stefano Nanni
animazione  video di Simone Massi
disegno luci Daniele Savi e Michele Mescalchin
consolle audio Gabriele Turra
consolle luci Michele Mescalchin
assistenza tecnica Graziano Pretto, Pierpaolo Pilla
direzione tecnica Marco Busetto 
elementi scenici, illuminotecnica e fonica: Eumek, Slack Line Lab
produzione Michela Signori, Jolefilm

Programma

Un uomo, un cane e il grande Nord sono i protagonisti di “Uomini e cani” un progetto speciale di Marco Paolini, ispirato e dedicato a Jack London, per raccontare il rapporto tra uomo e natura, per parlare del senso del limite oggi.
In una cultura che ha fatto, e continua a fare, del "no limits" uno dei propri slogan, dove a parlare di "senso del limite" si rischia la derisione, per Paolini, Jack London acquista un valore in più anche per questo suo non giudicare la natura e le conseguenze del proprio agire in rapporto ad essa. “Uomini e cani” contiene vari racconti, tra questi "To build a fire" in cui lo scrittore affronta uno dei temi a lui più cari: la lotta per la sopravvivenza.

Soci